Impianti dentali, li ho provati, ma non in Italia

Mettiamola così: hai perso un dente, o due, o tre o tutta l’arcata sopra o sotto. Il tuo dentista , caro vecchio amico, ti propone la soluzione più antica e tradizionale, ma ancora tanto tanto in voga, ed è ovviamente la dentiera, la sera la metti nel bicchiere d’acqua, la mattina la rimetti e vai avanti finché non è finita (capisci cosa intendo…). Poi qualcuno dei tuoi amici ti ha aperto gli occhi e ti ha parlato di turismo dentale, perché lui che è più avanti, l’ha già provato con gli impianti dentali, e io ho fatto lo stesso, per non essere da meno.

Turismo dentale e impianti dentali? Di che si tratta?

Dicesi turismo dentale quella pratica, aborrita dai dentisti nostrani, per cui, a fronte di un preventivo stratosferico di lor signori dentisti, per esempio per uno o più impianti dentali in bocca al posto dei denti mancanti, il malcapitato di turno, in questo caso il sottoscritto, si mette alla disperata ricerca di soluzioni che stressino meno il portafogli, e guarda caso la trova, la soluzione, a due passi da casa (con i voli low cost qualsiasi destinazione è a due passi da casa).

La mia esperienza personale

Causa perdita molari e premolari dell’arcata superiore mi sono improvvisamente trovato a fare i conti con una masticazione inesistente e conseguenti problemi.

Scartata la soluzione “leva e metti” proposta dal mio giudizioso quanto tradizionale dentista, ho optato per gli impianti dentali realizzati da un dentista italiano, con materiali di alto livello, affidabili in ogni senso. Il tutto alla modifica cifra con cui oggi è possibile acquistare, che so, una 500 della fu FIAT. Insostenibile.

All’estero, dietro casa, alla ricerca di impianti dentali

Panoramica completa alla mano, ho richiesto allora preventivi in Italia, Slovenia, Croazia (scusate se vi sembra poco), ma le offerte sono state tutte deludenti. Impianti dentali di qualità, sì, ma a caro/carissimo prezzo, più o meno come in Italia.

Quindi? Quindi ho deciso di allargare la ricerca fuori dall’Unione Europea (avrò fatto bene? Aspetta e vedrai!).

Albania, mi piaci. Anche per gli impianti dentali

Così, messi a confronto qualità delle prestazioni, impiego di materiali di prima qualità, esperienze pregresse dell’équipe cui affidarsi, ho optato, udite udite!, per l’Albania.

L’Albania per gli impianti dentali? Vatti a fidare, mai sentito prima!
Eppure vi dico e vi giuro che io mi sono trovato benissimo, e adesso vi spiego come funziona e quello (tutto) che c’è da sapere.

Com’è andata a me con gli impianti dentali

La mia soluzione si chiama Alessio. Alla richiesta di preventivo, grazie a Whatsapp e alla panoramica spedita stesso mezzo, Alessio mi ha risposto in giornata, in italiano corretto (grazie tante, è nato in Italia…), addirittura con due preventivi fra cui scegliere.

Molto, molto interessante, succede così anche in Italia? Sì, vabbé…

Ho scelto il preventivo più costoso, non perché sono figo o riccastro, ma perché sempre Alessio mi ha ragguagliato sui materiali utilizzati, nel mio caso in zirconio (do you know?), mai sentito prima invita mia, ma oggi non si parla d’altro.

Dimenticavo, ma onestamente credo che la cosa vi possa interessare, il preventivo più caro era, in termini pecuniari, esattamente la metà rispetto a quello ottenuto in Italia.

Perché Alessio mi ha straconvinto

Di seguito il mio primo contatto telefonico (in italiano, of course…)

Alessio: Buongiorno, signor P. (che sono io che scrivo). Mi chiamo Alessio e sono il consulente che si occuperà di lei. So che l’idea di affrontare quattro impianti dentali può generare un po’ di ansia, ma sono qui per tranquillizzarla e spiegarle ogni dettaglio dell’intervento.

P.: Grazie, Alessio. In effetti, sono un po’ nervoso. Non ho mai fatto un intervento simile e non so cosa aspettarmi.

Alessio: Capisco perfettamente. La prima cosa da sapere è che l’intera procedura è ormai molto semplice e sicura. Utilizziamo tecnologie avanzate e anestesie locali che rendono l’intervento completamente indolore. impianti dentali

P.: Davvero? Non lo sapevo. E quanto tempo durerà?

Alessio: Dipende dalla complessità del caso, ma in media si aggira intorno alle due ore [non è vero, il mio intervento è durato meno di un’ora]. Durante tutta la durata del ricovero (gratuito) nella nostra clinica, saremo in costante contatto con lei per monitorare il suo stato  di salute e rispondere a qualsiasi domanda o dubbio.

P.: Mi fa piacere sentirlo. E dopo l’intervento? Ci saranno molti dolori?

Alessio: Potrebbe avvertire un leggero fastidio nei giorni successivi, ma le prescriveremo dei farmaci antidolorifici per alleviarlo. Inoltre, le forniremo istruzioni precise su come prendersi cura dei suoi nuovi impianti e mantenere una corretta igiene orale.

P.: Grazie mille, Alessio. Le sue parole mi hanno davvero rasserenato.

Alessio: Non c’è di che, signor P. La cosa più importante è sentirsi a proprio agio e sicuri. Se ha altre domande o dubbi, non esiti a contattarci. Siamo qui per lei.

P.: Lo farò, sicuramente. Grazie ancora per la sua gentilezza e professionalità.

Alessio: È stato un piacere. Le auguro una pronta guarigione e un sorriso nuovo di zecca!

E adesso che succede?

Succede che appena messo piede a Tirana (capitale dell’Albania, caso mai i ricordi di scuola si fossero affievoliti), ho trovato ad aspettarmi Selim in aeroporto. La sua guida è spericolata ma sicura, come quella del resto degli altri automobilisti (ma non ho visto incidenti per strada!), e in ogni caso ci porta sani e salvi alla Clinica Endeta Dental dove mia moglie ed io

impianti dentali
Ospitalità presso la Clinica

saremo ospitati gratuitamente per quattro notti (ah, dimenticavo, anche il viaggio in aereo era incluso nel pacchetto!).

Sì, vabbé, ma l’intervento e gli impianti dentali?

Vengo e mi spiego. Lo staff e la clinica in sé non hanno nulla a che invidiare rispetto alle migliori disponibilità reperibili in Italia, anzi: apparecchiature nuovissime e pulitissime, così come molto soddisfacenti sono i requisiti di sicurezza e igiene in tutta la struttura. Tutto sotto l’attento controllo di Luzia che fa funzionare la macchina organizzativa come un orologio svizzero, anche se di tanto in tanto le scappa poi una risata, complice qualche mia battutaccia, noi italiani dobbiamo sempre farci riconoscere…, visto che Luzia l’italiano lo capisce e parla benissimo.

Zero dolore, mi devi credere

Già, ma a te interessa l’intervento, è comprensibile. Ho già premesso che ero terrorizzato (e lo sarei stato inevitabilmente anche in Italia); il tutto si è svolto senza che io abbia accusato dolore di sorta, e questo si deve alla maestria e alla velocità del chirurgo, oltre che capo dello staff, Dini Tarja. Bravissimo, complimenti.

Concludendo

Al momento credo di aver detto tutto. Sto attraversando la fase post-operatoria con semplicità; il resto potrò raccontarlo fra quattro mesi, quando tutto sarà finito. Sì, perché gli impianti dentali, come avviene del resto anche in Italia, prevedono un primo intervento di impianto, mentre il secondo sarà risolutivo per collocare definitivamente i nuovi denti (zirconio, non si scherza!).

Mi auguro che la mia esperienza possa essere utile a chi sta cercando una soluzione per la perdita di denti, qualunque sia stata la causa.

Credi a me: chiama subito Alessio [Whatsapp +355683217270]. E’ una garanzia!

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ottimizzato da Optimole
it_ITItalian
Skip to content
Verified by MonsterInsights