Terre abbandonate: Una Soluzione Pratica per il Futuro Sostenibile

Introduzione: La Sfida delle Terre Abbandonate

La Terra, la nostra casa, è in pericolo. I cambiamenti climatici e l’espansione delle coltivazioni stanno minacciando la nostra biodiversità e il nostro clima. Tuttavia, esiste una soluzione spesso trascurata: il ripristino delle terre abbandonate. In un mondo dove l’agricoltura è vitale per la nostra sopravvivenza, e la riforestazione è essenziale per mitigare i cambiamenti climatici, trovare un equilibrio è cruciale. Il recente studio condotto dal Centre for Nature-based Climate Solutions della National University of Singapore fornisce una guida preziosa su come possiamo utilizzare saggiamente i terreni abbandonati per alimentare il pianeta e proteggere l’ambiente.

L’Opportunità Ignorata: Terre Abbandonate ma Coltivabili

Tra il 1992 e il 2020, incredibilmente 101 milioni di ettari di terre coltivate sono stati abbandonati. Questi terreni, una risorsa preziosa, potrebbero essere nuovamente coltivati. Con la giusta attenzione e gestione, potremmo produrre cibo per milioni di persone (fra 292 e 476) ogni anno, generando 363 petacalorie. Ma c’è di più: questi terreni potrebbero anche essere una potente arma contro il cambiamento climatico. Utilizzando 83 milioni di ettari per la riforestazione, potremmo catturare 1.080 milioni di tonnellate di CO2 ogni anno, aiutandoci a raggiungere gli obiettivi globali per ridurre le emissioni.

Una Decisione Equilibrata: Coltivazione vs Riforestazione

La domanda cruciale è: come dovremmo bilanciare la coltivazione e la riforestazione? Gli scienziati hanno elaborato due scenari estremi per aiutare i responsabili delle decisioni. Nel primo scenario, l’accento è sulla coltivazione, con 61 milioni di ettari destinati all’agricoltura e 33 milioni di ettari alla riforestazione. Nel secondo scenario, l’equilibrio è spostato verso la riforestazione, con 11 milioni di ettari per l’agricoltura e 83 milioni di ettari per la riforestazione. Questi scenari, tuttavia, richiedono un’attenta valutazione delle realtà locali. In alcune parti dell’Africa Centrale, ad esempio, la riforestazione potrebbe essere l’opzione più efficiente.

N.B – Il termine “petacalorie” rappresenta una misura di energia in ambito scientifico. Una petacaloria equivale a 10^15 (un quadrilione) di calorie. Questo è un termine utilizzato in contesti scientifici e di calcolo energetico per rappresentare quantità di energia su larga scala. Quindi, quando si parla di “363 petacalorie”, si sta indicando un’enorme quantità di energia, spesso utilizzata per calcolare il valore calorico di grandi quantità di cibo o la produzione energetica su scala globale

Massimizzare il Potenziale: Ottimizzazione delle Risorse

Non si tratta solo di ripristinare i terreni abbandonati ma anche di ottimizzarne l’utilizzo. L’introduzione di sistemi di irrigazione in aree dipendenti solo dall’acqua piovana potrebbe aumentare le rese del 62%. Una gestione oculata delle coltivazioni potrebbe migliorare le rese del 40% e ridurre lo spreco del 17-34%. Implementando queste strategie, le 363 petacalorie potrebbero presto raddoppiare, o ulteriori 27 milioni di ettari potrebbero essere dedicati alla riforestazione, aiutandoci a mantenere il nostro pianeta entro i limiti del riscaldamento globale.

Conclusioni: Un Passo Verso un Futuro Sostenibile

In conclusione, il ripristino dei terreni abbandonati emerge come un’opportunità straordinaria per affrontare le sfide alimentari e climatiche che affrontiamo oggi. Questo studio ci offre una visione chiara di come possiamo utilizzare saggiamente la Terra, contribuendo simultaneamente alla produzione alimentare e alla lotta contro i cambiamenti climatici. È ora di abbracciare questa soluzione pragmatica e investire nelle nostre terre abbandonate per un futuro sostenibile per tutti noi. È un passo importante verso un mondo migliore, guidato dalla saggezza, dalla scienza e dalla compassione per il nostro pianeta e per le generazioni future.

Terre Abbandonate: 101 milioni di ettari
Persone che si potrebbero nutrire: 292-476 milioni annui
Produzione Alimentare: 363 petacalorie/anno
Terre per Riforestazione: 83 milioni di ettari
CO2 Catturata: 1.080 milioni di tonnellate/anno

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ottimizzato da Optimole
it_ITItalian
Skip to content
Verified by MonsterInsights